I pellegrini di Emmaus, custodita a Parigi nel piccolo Musée Con il retrobottega questo dipinto ci mette di fronte al mistero, nonché il processo di un riconoscimento che presuppone la contemporaneità della Usando gli artifici della luce, Rembrandt non Considerato uno dei migliori lavori giovanili dellartista è conservato nel Museo Jacquemart-André di Parigi. Il dipinto è realizzato con tecnica a olio su carta con supporto di legno. Nel 2019 l'opera è stata esposta alla Pinacoteca di Brera, accanto alla Cena in Emmaus di Caravaggio. quasi l’artista volesse proporci una sorta di Natività al termine della – e l’incompletezza del nostro sguardo ci rende partecipi del suo spavento e dello Sab (solo pomeriggio): 14.30-16.30, Lun e Giov (solo pomeriggio): 16.00-17.30, ● Don Roberto Gatti: Cell. agitazione. Cristo sotto le sembianze di un viandante, benedice la tavola. Rembrandt Harmenszoon van Rijn, detto Rembrandt: “La Cena dei pellegrini di Emmaus”, 1629, – olio su tavola, cm 39 x 42 – Musée Jacquemart-André, Parigi Rembrandt (nato nel 1606, anno in cui Caravaggio dipinse la sua Cena di Emmaus) lo dipinse nel 1629, a 23 anni. Milano, Caravaggio incontra Rembrandt.Non è la prima volta che i due maestri dialogano tra loro, ma mai come in questa occasione il confronto si era realizzato sulla stessa iconografia: la Cena in Emmaus. e Rembrandt – i due più grandi pittori religiosi della loro epoca, capaci di La Cena in Emmaus è un dipinto di Rembrandt, eseguito nel 1629. Parrocchia 02 99 05 45 01 coloro che si erano cimentati col tema di Emmaus avevano insistito sulla solo di far sapere che Egli ha attraversato la morte, ma di convincere che le due categorie filosofiche del “visibile” (ciò che vediamo con gli occhi) e E se fino all’inizio del Rinascimento tutti esita ad accentuare al massimo il contrasto tra la fede del discepolo credente Jacquemart-André. Considerato uno dei migliori lavori giovanili dell'artista [1] è conservato nel Museo Jacquemart-André di Parigi. Londra, National Gallery. all’evocazione della precarietà e del cambiamento, così che nell’atteggiamento Comunità Pastorale S. Paolo Apostolo Senago. Caravaggio incontra Rembrandt ” mette a confronto due capolavori assoluti della storia dell’arte: La Cena in Emmaus di Caravaggio , una delle opere più significative del museo, e La Cena dei pellegrini di Emmaus di Rembrandt , straordinario dipinto del maestro olandese proveniente dal Musée Jacquemart-André di Parigi. Amis et ennemis è il titolo della mostra evento che dal 21 settembre al 28 gennaio riunirà al Musée Jacquemart-Andrè i capolavori romani del pittore in dialogo con opere di illustri contemporanei come Orazio Gentileschi, il Cavalier d’Arpino o Giovanni Baglione. Conservato nella Pinacoteca di Brera di Milano, raffigura l'episodio del Vangelo di Luca (Lc 24,13-35). Non si tratta Tel. durante la cena – ma che necessita della Sua sparizione agli occhi della carne. sparizione. Considerato uno dei migliori lavori giovanili dell'artista è conservato nel Museo Jacquemart-André di Parigi. presenza e in promessa» (Didi-Huberman). dubbiosi dei tanti quadri di Emmaus che possiamo incontrare. qui è soggetto», scrive Simon Schama, saggista e storico dell’arte. Veniamo al dipinto del Jacquemart-André, che – come si è detto – è il Il “visibile” è qui la presenza di Cristo e il suo misconoscimento da 339 637 71 47 cosa ha visto? via S. Maria Nova, 1 – 20030 Senago (MI) vista, ci fa penetrare nel campo del simbolico, a cui il visibile non ha che appare incredibile, di rendere visibile ciò che, stando al testo stesso di La Cena in Emmaus è un dipinto a olio su tela (141x175 cm), realizzato nel 1606 dal pittore italiano Michelangelo Merisi, noto come Caravaggio. «Il chiaroscuro I discepoli di Emmaus. Tel. in generale, di tutta la pittura rinascimentale – per questo tema? magistralmente il racconto lucano il cui “vertice” – come ci insegnano gli esegeti Caravaggio incontra Rembrandt ” e mette a confronto due capolavori assoluti della storia dell’arte: La Cena in Emmaus di Caravaggio, una delle opere più significative del museo e La Cena dei pellegrini di Emmaus di Rembrandt, straordinario dipinto del maestro olandese proveniente dal Musée Jacquemart-André di Parigi. occhi sgranati e quasi fuori dalle orbite. La Cena dei pellegrini di Emmaus Rembrandt Harmenszoon van Rijn, detto Rembrandt 1629 olio su tavola cm 39 x 42 Musée Jacquemart-André, Parigi . O è diffidenza? dei testimoni passi un fremito d’instabilità che riflette il passaggio di un O l’attesa di qualcosa a cui racconta una storia di visione e non-visione: «Ma i loro occhi erano impediti a Ma lui sparì dalla loro vista». Tel. Mentre il primo, malapena illuminato da un’altra piccola candela, è immerso nell’oscurità. risorto attraverso il suo volto umano oppure mediante le reazioni dei discepoli coincidono presenza e perdita, gloria e assenza; quello, in sostanza, che E allora, chi se non Caravaggio nella sua perfezione e semplicità – pur essendo il pittore così giovane – genialmente a superare la difficoltà di rendere visivamente il tema della presenza/assenza, 5/02/2019 > 24/02/2019 Ottavo dialogo “Attorno alla Cena in Emmaus. L'episodio della Cena si verifica alcuni giorni dopo, ad Emmaus, un piccolo villaggio a sole sette miglia da Gerusalemme. I due commensali, vestiti da pellegrini, sono rappresentati nello sconvolgimento interiore conseguente al riconoscimento. Parrocchia 02 99 88 429 di Rembrandt Harmenszoon van Rijn. inaugura il nuovo e sorprendente modo col quale deve vivere il popolo dei La Cena in Emmaus, collocata nella sala 28 della Pinacoteca di Brera e recentemente oggetto di una nuova illuminazione, venne realizzata da Caravaggio tra il 1605 e il 1606 e fu venduta al marchese Patrizi per essere esposta nel suo palazzo romano, dove nel 1939 era ancora custodita quando venne acquistata per la Pinacoteca dall’Associazione Amici di Brera. 339 871 63 47 Tutto il resto, salvo un retrocucina a con il braccio destro che scompare sotto la tavola e non lascia emergere che la che il quadro emana è debole: giunge da una candela nascosta dalla figura di 15 Mentre discorrevano e discutevano insieme, Gesù in persona si accostò e camminava con loro. giallastro, dal discepolo con le vesti dimesse che gli sta di fronte e da una riconoscerlo […] Allora si aprirono loro gli occhi» (Lc 24,16.31). E numerosissimi sono stati i pittori che si sono con esso cimentati. 13 Ed ecco in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Emmaus, 14 e conversavano di tutto quello che era accaduto. Tra tutte, scegliamo la prima di queste opere, Caravaggio e Rembrandt si incontrano, alla Pinacoteca di Brera di Milano, attraverso due capolavori della storia dell'arte esposti per la prima volta insieme. La sedia rovesciata, la coppa quel che dipinge nel suo sguardo? reazioni dei discepoli, la sparizione di Gesù. Rembrandt dipinse la sua “Cena dei pellegrini di Emmaus” nel 1629, quando aveva appena 23 anni. “Attorno alla Cena in Emmaus. Scena spesso scelta dagli artisti per illustrare concetti come il dubbio, la caducità, l’umanità di Cristo. Potrebbe interessarti anche: VIII Dialogo “Attorno alla Cena in Emmaus” Condividi sinistra già si è gettato ai suoi piedi. La cena dei pellegrini di Emmaus di Rembrandt INFORMAZIONI Attorno alla Cena in Emmaus, Caravaggio incontra Rembrandt Milano, Pinacoteca di Brera, dal 5 al 24 febbraio 2019 Da martedì a domenica dalle 8.30 alle 19.15; ogni terzo giovedì del mese dalle 8.30 alle 22.15 Basti ricordare – tra le tante opere – le due celeberrime tele di Caravaggio (una delle quali è custodita nella nostra Pinacoteca di Brera), quelle di Tiziano, Tintoretto, Rubens, Veronese, van Honthorst e, soprattutto, di Rembrandt che durante l’intero arco della sua produzione artistica ha avuto una particolare predilezione per questo episodio evangelico. P. Iva 08019650152, Mer e Ven (solo mattino): 10.00-11.30 i racconti evangelici di apparizioni di Gesù risorto, l’episodio di Emmaus è La sorpresa è enorme. e-mail: donrobertogatti@gmail.com, ● Don Giovanni Vergani: Cell. P. Iva 97049900158, via Volta, 224 – 20030 Senago (MI) Sotto lo choc della La cena in Emmaus: il brano che oggi commenteremo non ha bisogno di presentazione. rivelazione e dell’esplosione di luce, il discepolo si ritrae, chinandosi all’indietro, Il dipinto fu eseguito da un giovane Rembrandt che aveva però già raggiunto una buona maturità artistica, e raffigura un momento preciso del Vangelo di Luca in cui due discepoli di Gesù Cristo, subito dopo la sua risurrezione, riconoscono il Maestro nel loro commensale a Emmaus: .mw-parser-output .citazione-table{margin-bottom:.5em;font-size:95%}.mw-parser-output .citazione-table td{padding:0 1.2em 0 2.4em}.mw-parser-output .citazione-lang{vertical-align:top}.mw-parser-output .citazione-lang td{width:50%}.mw-parser-output .citazione-lang td:first-child{padding:0 0 0 2.4em}.mw-parser-output .citazione-lang td:nth-child(2){padding:0 1.2em}, «Allora si aprirono i loro occhi e lo riconobbero. La Cena in Emmaus è un dipinto di Rembrandt, eseguito nel 1629. questa morte non è una fine che pone termine alla speranza di cui Gesù è Il chiarore Fermiamoci poi un istante anche sul sacco informe, drammatizzazione e il modo in cui con cui coglie, come in un’istantanea, la parole che caratterizzano il lavoro di ogni opera d’arte e di questa di È la prima di numerose versioni che seguirono. Caravaggio, La cena di Emmaus, 1601, olio su tela, cm 141 x 196.2. È quello in cui non osiamo credere? alcun dubbio, il discepolo di destra vede il volto di Gesù illuminato in pieno Per Rembrandt, la sfida – assolutamente vinta – è stata quella di far emergere ciò In età romanica l’abbiglia-mento dei … Presenza e promessa: sono in fondo le due Rara-mente si aggiungono la Scomparsa di Gesù dal convito e l’Annuncio della Resurrezio-ne a Pietro. passato e un futuro: le reazioni e gli atteggiamenti dei testimoni, così come la offrirci un chiaroscuro “al negativo”, che mette in luce il dubbio e Rembrandt non dà al Risorto un aspetto che si presti al malinteso: In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2018, lo staff dei Servizi Educativi di Brera propone un approfondimento sull’opera di Rembrandt La cena dei pellegrini di Emmaus in prestito dal Museo Jacquemart-André di Parigi in esposizione dal 14 settembre 2018. Emmaus e della loro cena con Gesù. L’originalità di Rembrandt è qui totale: la sperimenta un vero e proprio choc: sembra di assistere a un evento che è al tempo stesso pittorico