Bisogna conoscere i propri limiti e selezionare le battaglie con attenzione. Il pericolo arriva quando vogliamo superare questi limiti. Nella strategia questa discrepanza tra ciò che volete accada e ciò che accade veramente si chiama “frizione”. Può «trasmettere» tutti i dati utili ai piani di volo e di attacco dei nuovi sistemi hi-tech. I maggiori pericoli della vita non provengono dai nemici ma dai presunti colleghi e amici, che fingono di lavorare per la causa comune, mentre al contrario, progettano di sabotarci e rubarci le idee a loro vantaggio. Adoperatevi per insinuare dubbi e insicurezze in questi rivali, inducendoli a una continua riflessione e a tenersi sulla difensiva. Mettetevi su un “ campo di morte” con le spalle al muro, dove dovete combattere all’ultimo sangue per uscirne vivi. Sorprendeteli, e caos e imprevedibilità, che tutti cercano disperatamente di dominare, penetreranno il loro mondo, e nella confusione mentale che ne deriverà, le loro difese saranno abbassate si ritroveranno vulnerabili. Farà addirittura appelli all’onestà e alla moralità come copertura per sostenere la propria posizione. AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. La strategia ha inizio con la diplomazia e lo spionaggio, e questo A? C’è bisogno di chiarezza. Un parere autorevole: In generale, si ingaggiano le battaglie con metodi ortodossi, ma le si vincono con metodi non ortodossi. Un parere autorevole: Portiamo sempre la spada in una mano e il ramo d’ulivo nell’altra, sempre pronti a negoziare, ma negoziando solo mentre avanziamo. Nella grande strategia si prendono in considerazione le ramificazioni politiche e le conseguenze di ciò che fate nel lungo termine. Anfibie. Dovete coscientemente muovere guerra al passato e obbligarvi a reagire nel momento presente. Le 33 Strategie della guerra è una guida per il gioco sociale della vita quotidiana, informata da “i principi militari in guerra”. Spesso la soluzione migliore è dare piccoli morsi, inglobare pian piano territori minimi, giocando sulla soglia di attenzione relativamente limitata della gente. Se capite come ragiona questa mente, avete la chiave per ingannarla e controllarla. Cercate di trovare ciò che l’altra parte nutre e protegge, è li che dovete colpire. Proprio come i poli inversi di un magnete si attraggono, andare verso il nemico (il polo inverso) vi dirà lo scopo e la direzione. Strategie di guerra: inibizione (del nemico) Ultimi post RSS GioCo. La divisione significa debolezza e le giunture rappresentano la parte più debole di qualsiasi struttura. Ralph Waldo Emerson. Dovete imparare la lezione della guerra: è la struttura dell’esercito; la catena del comando e la relazione delle parti con il tutto, a dare la forza alla e vostre strategie. Spostate il conflitto su un terreno di vostra scelta, alterando ritmo e postai gioco in modo tale che vi soddisfino. Tou Bi Fu Tan (XVI secolo). Poiché niente vi sembrerà urgente, siete coinvolti solo a metà in quello che fate. Federico il Grande (1712-1786). La gente si aspetta che il vostro comportamento si conformi agli schemi e alle convenzioni note. the usability. Rivelatori di agenti di guerra chimica Dimensioni del mercato, crescita del settore azionario, domanda, tecnologie emergenti, ricavi delle vendite, analisi dei principali attori, stato di sviluppo, valutazione delle opportunità e strategie di espansione del settore 2026 Le nuove regole della negoziazione. È pericoloso rispondere emotivamente, con paura, depressione o frustrazione. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni Cookie"  per applicare la tua scelta. Non preoccupatevi, assicuratevi solo di aver mascherato la vostra aggressione abbastanza bene da poter negare che esiste. Psicologo professionista, EX divoratore compulsivo di manuali Self Help. Ci allarghiamo oltre misura allettati da ualche premio scintillante e finiamo con l’essere esausti e vulnerabili. Nella seconda guerra mondiale gli inglesi schiereranno invece carri armati finti, gonfiabili, ricorrendo inoltre all’aiuto di un illusionista che in Africa “oscurò” il porto di Alessandria, inducendo gli aerei tedeschi ad attaccare un porto finto, illuminatissimo, eretto lì vicino. Un parere autorevole: l’intera arte della guerra consiste in una difesa ben ragionata ed estremamente cauta, seguita da un attacco rapido e temerario. Dovete creare una catena di comando in cui le persone non si sentano limitate dalla vostra influenza e tuttavia seguano la vostra guida. La gente userà ogni tipo di lacuna nella vostra difesa per attaccarvi o vendicarsi di voi. Registrato: 13 anni fa. Un parere autorevole: Le battaglie si vincono con i massacri e con le manovre. L’unica maniera per riuscire a spostare avversari ostinati è aggredirli in maniera indiretta. Elementi essenziali in guerra sono la rapidità e l’adattabilità; la capacità di muoversi e prendere decisioni prima dell’avversario. Comportatevi inizialmente in modo ordinario e convenzionale per non dare nell’occhio e rassicurarli, poi colpi teli con un comportamento straordinario. Un parere autorevole: quando gli avversari sono riluttanti a combattere con te, è perchè pensano sia contro i loro interessi, o perchè li hai indotti a pensare questo. Comment goes here. Federico il Grande (1712-1786). Inducete le persone a prendere una posizione pericolosa, rivelando la propria vulnerabilità, quindi attizzate il fuoco di lato. Il vostro compito di stratega è capovolgere le loro aspettative. Mentre formate coalizioni convenienti, tenetevi al riparo da qualsiasi intrigo negativo. Un parere autorevole: Metti una scimmia in gabbia, e sarà come un maiale; non perchè abbia perso la sua intelligenza e la sua velocità, ma perchè non ha spazio a sufficienza per esercitare le sue capacità. Dopo aver letto il libro Le 33 strategie della guerra di Robert Greene ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. Al posto delle battaglie frontali, si infliggono attacchi laterali irritanti e dannosi, e morsi fastidiosi. Questa strategia funziona al meglio con un trucco, la calma; la vostra azione inaspettata coglierà il nemico di sorpresa. Ad esempio ci sono libri che rielaborano strategie dal libro “L’arte della guerra” di Sun Tzu o dalle opere di Clausewitz e Macchiavelli, oppure ci sono libri di strategia aziendale che derivano dalle strategie del gioco degli Scacchi o del gioco del Go. Rafforzate la mente esponendola alle avversità. tanto piA? Un interessante condensato di strategia che attinge dalle esperienze del passato. Lo scopo di questo articolo A? Fate loro dei regali, offrite la vostra amicizia, aiutateli nel momento del bisogno; tutto per renderli ciechi davanti alla realtà e perché si trovino insidiosamente in una posizione di obbligo nei vostri confronti. the usability. Our website uses functional cookies. Il tempo rivelerà a loro avventatezza e la vostra saggezza. Chuko Liang (181-234 d.C.). Siate attenti a non proiettare le vostre emozioni e abitudini mentali su di loro; cercate di pensare proprio come loro. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). Talvolta l’incertezza è meglio di un’aperta minaccia: se i vostri avversari non sono mai certi di quanto costerà avere a che fare con voi, non desidereranno scoprirlo. Le persone sono evasive e subdole, mascherano le proprie intenzioni, fingono d’essere al vostro fianco. Perdete tempo prezioso fantasticando sul futuro anziché impegnarvi nel presente. In altre parole [lo stratega] dovrà delineare un piano di guerra..lo scopo e la serie di azioni per raggiungerlo..delineerà le campagne e, nel loro ambito, definirà i singoli ingaggi”.. •Una visione logico-meccanica, in un processo a vari piani, in cui la strategia ragiona su … Imparerete a insinuare le vostre idee al di là delle linee nemiche, mandando messaggi attraverso piccoli particolari, inducendo le persone a giungere alle conclusioni che voi desiderate e a credere di esserci arrivati da soli. Principe Klemens von Metternich (1773-1859). Il terrore è la maniera suprema di paralizzare la volontà delle persone distruggendo la loro capacità di pianificare una risposta strategica. Quando è la vostra morale a essere sotto attacco da parte di un nemico astuto, non bisogna lamentarsi né lasciarsi sopraffare dalla rabbia; ribattete colpo su colpo. Talvolta dovete costringervi a farvi strada in nuove direzioni, anche se questo implica un rischio. Imparate a stanare i vostri nemici, a riconoscerli dai segni e dalle tracce che lasciano trapelare avversione. Le 33 Strategie della guerra è composto da discussioni ed esempi sulle strategie offensive e difensive di una grande varietà di persone e condizioni, applicandoli ai conflitti sociali come litigi familiari e trattative commerciali. Imparate a usare la loro impazienza, la brama di arrivare a voi, in maniera tale da far perdere loro l’equilibrio e farli crollare. Attaccate in maniera imprevedibile per creare un vago senso di vulnerabilità. di Alessandro Portelli. Gli strateghi saggi in genere preferiscono l’arte della manovra: prima addirittura che la battaglia inizi, trovano il modo di mettere  gli avversari in una posizione tale di svantaggio che la vittoria risulta facile e veloce. Psicologo Cagliari © 2012-2020 Samuele Corona Createvi un nome: siate un po’ matti. Spesso quel che vi opprime e dà sofferenza è il passato, nella forma di legami inutili, ripetizioni di formule solite e il ricordo di vecchie vittorie e sconfitte. È di vitale importanza mantenere la vostra forza di spirito, conservando  capacità mentali in ogni circostanza. Inducete i nemici a prendere posizioni che possano sembrare allettanti ma che in realtà si rivelano trappole e vicoli ciechi. Pensiamo ad esempio alla ai?? Il segreto per motivare le persone e mantenere alto il morale è farle pensare meno a se stesse e più al gruppo. Implica anche finire sulla nota giusta, con energia e stile. Questa guerra esiste su vari livelli, secondo la tesi di Robert Greene. Abbiamo troppe informazioni a portata di mano e questo rende più difficile l’interpretazione e il processo decisionale. Questo centro può essere la ricchezza, la popolarità, una posizione chiave, una strategia vincente. Carl von Clausewitz (1780-1831). Una conclusione caotica o incompleta può riverberarsi per gli anni a venire, rovinando nel frattempo la vostra reputazione. I requisiti sono semplici. Un parere autorevole: Diffidate delle alleanze sentimentali quando la consapevolezza di aver agito bene è l’unica compensazione di nobili sacrifici. These cookies may track your personal data. Ovviamente, chi si prepara di fronte è un nostro avversario. Bisogna mirare ai punti deboli della loro immagine pubblica, mettendone in evidenza ogni ipocrisia. In un gruppo davvero unito, umori ed emozioni diventano così contagiosi che le truppe facilmente vengono prese dall’entusiasmo. vero oggi che nel passato. Una guerra nucleare non sembra d’altronde cosa di cui preoccuparsi, anche se al di là del confine la Svizzera ottimizza anno dopo anno il suo apparato di difesa fatto di bunker anti-atomici, piani di evacuazione collettivi e infrastrutture minate. Cercate i nessi e le giunture, le cose che collegano le persone a un gruppo o un gruppo all’altro. 105 ss., AISI, Roma. Una facciata amichevole vi permetterà di guardarle da vicino e minarle per ricavare informazioni. Prima e durante i colloqui, dovete continuare ad avanzare, creando una pressione inesorabile e costringendo il vostro avversario ad accodarsi alle vostre condizioni. Secondo attacco, recupero stelle. Ma in realtà dominate la situazione. Alcune persone potrebbero capire quello che state facendo e innervosirsi. Più prendete e più potete restituire in termini di concessioni insignificanti. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). Allo stesso tempo, codici etici e morali che hanno governato la guerra per secoli si sono lentamente allentati. È nella natura della guerra, comunque, che nel tempo ogni strategia con qualsiasi applicazione possibile sarà provata e testata, cosicché la ricerca del nuovo e del non convenzionale ha un’innata tendenza a diventare sempre più estrema. Un parere autorevole: Assicuratevi una buona reputazione e attribuitene una cattiva al nemico; proclamate la vostra giustizia e rivelate l’ingiustizia dell’avversario. Purtroppo tutti questi libri non funzionano. Anziché reagire emotivamente alle persone, prendete il controllo e rendete le vostre azioni più dimensionali, sottili ed efficaci. Fate in modo che si impicchino da soli con le loro tendenze autodistruttive, lasciando voi senza macchia e senza colpa. L’apice della saggezza strategica è di evitare tutti i conflitti e i garbugli da cui realisticamente non esistono vie d’uscita. Ci sono quelli che apparentemente stanno al gioco di squadra, che si comportano in maniera amichevole e accomodante, ma che tramano alle nostre spalle e usano il gruppo per promuovere i loro interessi. La lista completa di Robert Greene. La strategia del caos Tutti contro tutti: è l’immagine mediatica del caos che si allarga a macchia l’olio sulla sponda sud del Mediterraneo, dalla Libia alla Siria. Le vostre battaglie quotidiane contro di lui vi fanno perdere di vista l’unica cosa che davvero conta: la vittoria finale, il raggiungimento degli obiettivi più grandi, del potere duraturo. La prima guerra mondiale. These cookies are necessary to let our website work. Allenatevi a studiare le persone, cogliendo i segnali che mandano inconsciamente riguardo ai propri pensieri e alle proprie intenzioni più intime. Le 33 Strategie della guerra è una guida per il gioco sociale della vita quotidiana, informata da “i principi militari in guerra”. La maniera migliore per respingere gli aggressori è innanzitutto impedire loro di attaccarvi. Obiettivo delle vostre strategie dovrebbe essere più la mente dell’uomo o della donna che comanda che l’esercito da affrontare. 12 Comments 3 Likes Statistics Notes Full Name. La sensazione di vuoto, il silenzio, l’isolamento, la distanza dagli altri, è per molti intollerabile. Così, quelli che avete davanti, coloro che detestate, tutte le persone contro cui vi ribellate sono una fonte inesauribile di energia. Noble Member. Nel tempo si diventa ricchi senza capire come sia potuto accadere. La comunicazione è una storia di guerra, e i suoi campi di battaglia sono le menti tenaci e difensive delle persone che volete influenzare. Un parere autorevole: Con il termine Tao, intendo tutto ciò che induce il popolo a esserre in armonia con i suoi capi, per la vita e per la mmorte, sfidando anche il pericolo estremo. L’incendio. Our website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. Fate che le vostre parole siano una scintilla di azione, non una contemplazione passiva. Sono proprietario di me stesso, e valgo ottocento dollari”. Se vuoi approfondire l’argomento non ti resta che armarti di una buona dose di pazienza e leggere il testo che, non per scoraggiarti, è scritto con caratteri piccolissimi su carta sottilissima… da perderci la vista. Huainanzi (II secolo a.C.). Robert Greene, rinforza la sua tesi: “La cultura può anche negare questa realtà e promuovere un’immagine più mite, ma noi sappiamo che è così e lo sentiamo nelle nostre ferite di guerra”. Frustrati per l’incapacità di usare la propria forza contro un nemico impalpabile, i vostri avversari si comporteranno in maniera irrazionale, e arriveranno presto a sfinirsi. Per chi non lo sapesse, per chi fa finta di non saperlo e per i duri di orecchie, +2 significa che dovete sommare 2 al vostro numero di posizione ed attaccare l’avversario corrispondente. In sostanza - a differenza delle strategie del passato in cui la dissuasione era basata sulla possibilità di sconfiggere l'aggressore - la dissuasione della guerra fredda era collegata al rischio di un reale impiego delle armi nucleari, con la conseguente certezza di distruzione reciproca (Mutual Assured Destruction, MAD). Secondo, dovete sapere come e quando ritirarvi, attirando il nemico in attacco imprudente. Restate sotto al radar e nessuno si accorgerà delle vostre mosse. Mi occupo di Psicologia Clinica, Formazione e Coaching.